Università degli Studi del Molise Commissione Europea Training of National Judges in EU Competition Law Autorità garante della concorrenza e del mercato Consiglio Superiore della Magistratura Scuola Superiore della Magistratura

Il ruolo della Guardia di finanza nell’esercizio dei poteri istruttori da parte dell’AGCM e della Commissione

L’AGCM e la Commissione europea possono, nell’esercizio dei poteri istruttori finalizzati alla tutela della concorrenza, avvalersi della Guardia di finanza che, nel conservare un autonomo ruolo di vigilanza dei mercati, collabora al fine della tutela del mercato. In particolare la Guardia di finanza fornisce all’AGCM ausilio sia nella ricerca ed individuazione degli elementi probatori di un comportamento illecito e nell’effettuazione di indagini conoscitive nei settori dell’economia nei quali il comportamento dei prezzi – o altre circostanze – facciano presumere che la concorrenza sia ristretta o falsata, sia nella verifica di ottemperanza alle decisioni adottate dalla medesima Autorità.

La presente voce descrive i poteri e le modalità di intervento della Guardia di finanza.

Un particolare focus è dedicato alle questioni legate all’utilizzabilità ai fini fiscali delle informazioni acquisite nel corso delle attività istruttorie e alla ostensibilità dei documenti che hanno dato origine a procedimenti istruttori, e detenuti dalla Guardia di finanza, da parte di imprese oggetto di un procedimento istruttorio.

Autore voce 021/2013: Alberto Franceschin

© Copyright 2013 – Voce da citarsi come: A. Franceschin, Il ruolo della Guardia di finanza nell’esercizio dei poteri istruttori da parte dell’AGCM e della Commissione, in L.F. Pace (a cura di), Dizionario sistematico della concorrenza, Jovene, 2013, p. 218

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Subscribe to Blog via Email

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

RSS Feed