Università degli Studi del Molise Commissione Europea Training of National Judges in EU Competition Law Autorità garante della concorrenza e del mercato Consiglio Superiore della Magistratura Scuola Superiore della Magistratura

Il private enforcement dell’art. 108 § 3 TFUE e le controversie sul recupero degli aiuti illegali e incompatibili dinanzi al giudice del lavoro prima della riforma della l. 234/2012

In campo previdenziale gli aiuti di Stato si sono configurati, in definitiva, alla stregua di riduzioni degli oneri sociali a carico delle imprese. Ne è derivata – sino all’entrata in vigore della l. 234/12 – l’applicazione del rito ordinario previsto per le controversie relative agli obblighi contributivi dei datori di lavoro (e per l’applicazione delle relative sanzioni), con affidamento del compito di recupero all’INPS.

In quest’ambito, la Voce si occupa di descrivere sinteticamente il rito applicato, nonché le principali questioni giurisprudenziali emerse, relative, in particolare, al riparto dell’onere della prova del possesso delle condizioni soggettive ed oggettive legittimanti il godimento del beneficio contributivo, ed alla prescrizione delle pretese dell’ente previdenziale.

Autore voce 072/2013: Emilio Rocchini

© Copyright 2013 – Voce da citarsi come: E. Rocchini, Il private enforcement dell’art. 108 § 3 TFUE e le controversie sul recupero degli aiuti illegali e incompatibili dinanzi al giudice del lavoro prima della riforma della l. 234/2012, in L.F. Pace (a cura di), Dizionario sistematico della concorrenza, Jovene, 2013, p. 778

Two comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Subscribe to Blog via Email

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

RSS Feed